Archivio mensile:settembre 2009

Linux: gestire i moduli

Visto che sto scrivendo un po’ di guide, e non ho voglia tutte le volte di spiegare come caricare un modulo, caricarlo all’avvio o disabilitarlo… Lo scrivo qui che faccio prima.
Nota: questa guida vale con tutte le versioni di linux che usano i module-init-tools (dalla versione 2.5.48 in poi, insomma).

Un esempio della modularità di Linux :-P

Un esempio della modularità di Linux 😛

I moduli sono parti di codice del kernel esterne dalla parte principale del codice (la parte monolitica). Rispetto al codice incluso nel kernel hanno il vantaggio di poter essere caricati¹ dinamicamente, anche più volte per modulo.

Un kernel prevalentemente modulare permette il caricamento delle sole parti di codice necessarie al nostro sistema, evitando sprechi di memoria e velocizzando l’accensione della macchina.

Al contrario un kernel più monolitico risulta più “grosso” e lento da avviare.

Tutto questo a parità di quantità di codice. Se si includono solo le parti che servono per la singola macchina nella compilazione di un kernel monolitico il consumo di memoria e la velocità di avvio vengono ottimizzati, soprattutto se si elimina l’esigenza del initrd². Perdendo ovviamente la flessibilità di un kernel modulare. Peccato che l’unico metodo per avere un kernel (più) monolitico sia ricompilarlo. Per ovvi motivi di compatibilità i kernel rilasciati dalle distribuzioni contengono la maggior parte dei driver sotto forma di modulo, per avere la compatibilità con un parco macchine maggiore.

Caricare e rimuovere un modulo

Per caricare un modulo asta fare il comando

sudo modprobe nomemodulo

Per rimuovere un modulo basta fare

sudo modprobe -r nomemodulo

Ovviamente sudo serve per diventare superutente, se si è già superutente basta non metterlo all’inizio del comando.

La lista dei moduli caricati

Per vedere i moduli caricati al momento basta fare il comando lsmod, magari in pipe (|) con less (per scorrere meglio la lista) o grep filtro (per vedere solo parte dell’output tramite un filtro).

Caricarli all’avvio

Bisogna aggiungere il nome del modulo al file /etc/modules.

La sintassi del file è:

#eventuali commenti

nomemodulo1
nomemodulo2

Basta accodare il nome del modulo nel file e al prossimo avvio verrà caricato in automatico.

La lista nera

Per evitare che un modulo si carichi automaticamente all’avvio basta accodarlo al file /etc/modprobe.d/blacklist.conf.

La sintassi del file è:

#eventuali commenti

blacklist modulochenonvuoi
blacklist altromodulononvoluto

Al prossimo avvio i moduli selezionati non dovrebbero caricarsi³.

Note

1. O rimossi.
2. Init Ram Disk, una piccola immagine che viene caricata nella ram all’avvio, contenente i moduli principali che servono per l’avvio del sistema.
3. Non sempre mi è funzionato, probabilmente se il modulo è caricato da altri programmi o script tramite modprobe (per ovvi motivi) non funziona… Soprattutto a me non va quando provo ad eliminare il modulo lp, quello della “porta stampante”… 😦

Annunci

Wii: nuova versione di Opera (Canale Internet)

Finalmente un aggiornamento per Opera e Flash sul Wii!

Opera per Wii - detto anche Canale Internet

Opera per Wii - detto anche Canale Internet


Ecco il messaggio che è arrivato o arriverà nelle bacheche della console.

Gentile utente,

Nintendo ti informa che è disponibile un aggiornamento del Canale Internet.

In questo aggiornamento è inclusa una versione più recente di Adobe Flash, così avrai accesso ad ancora più contenuti.

Inoltre, fino ad oggi era possibile scaricare il Canale Internet dal Canale Wii Shop al costo di 500 Wii Points. Tuttavia, Nintendo ha deciso di incoraggiare tutti gli utenti e le loro famiglie a navigare in Internet stando comodamente seduti sul divano… sì, da oggi il Canale Internet è scaricabile gratuitamente!

Se hai già acquistato il Canale Internet spendendo 500 punti, hai il diritto di usufruire di un’offerta speciale, valida da fine ottobre a fine dicembre: durante questo periodo potrai scaricare gratuitamente un gioco per NES del valore di 500 Wii Points presente sulla Virtual Console!

Quando Nintendo avrà stabilito con precisione il periodo di validità dell’offerta, pubblicherà la notizia sul sito Internet ufficiale e sulla bacheca Wii.

[…]

Dettagli un po’ più tecnici

La versione di Flash passa dalla vetusta 7.x alla 9.1.122.0 . Era ora…

La versione di Opera non si capisce se sia la stessa o no. Considerando proprio che ieri pomeriggio è uscita la versione 10 di Opera. L’identificazione del browser è sempre Opera/9.30 . Ma non so fino a che punto possa essere affidabile.

Occupa anche qualche blocco in meno. È un vantaggio sia per chi lo usa installato sulla console, più spazio libero, sia per chi lo installa sulla scheda esterna, tempo di caricamento un pelino più basso.

Per chi l’ha già acquistato

È l’unico tasto un po’ dolente. Io l’ho scaricato gratuitamente quando era in beta, quindi non ho pagato niente per scaricarmelo in versione stabile.

Chi invece l’ha comprato (500 punti = 5€) non è previsto il rimborso in punti, ma lo scaricamento di un gioco NES del valore di 500 punti. Limitato per soli due mesi.

Non facevano prima a rimborsare i punti? A 500 punti si possono prendere anche giochi per WiiWare o magari si può prendere altro di valore superiore cumulando i punti che si hanno di già.

Io la trovo un’idea veramente di cattivo gusto. Potevano renderlo gratuito sin dall’inizio, piuttosto, visto che il rimborso dei punti per loro è un’idea così bizzarra…